Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / De Canio: “Allegri mi rimprovera di non avergli fatto tirare quel rigore contro la Reggina”

De Canio: “Allegri mi rimprovera di non avergli fatto tirare quel rigore contro la Reggina”

Max Allegri è un allenatore che ormai non ha più bisogno di presentazioni. Alla guida della Juventus si avvia il suo quarto scudetto, il terzo consecutivo sulla panchina dei bianconeri.
Subito dopo l’esperienza al Sassuolo è stato ad un passo dal sedersi sulla panchina amaranto ai tempi della Serie A, ma ad accostarlo a vicende amaranto, seppur da avversario, è un ex allenatore della formazione dello Stretto Gigi De Canio.
Occorrre fare un passo indietro, è la stagioen 1998-99 a Pescara si gioca uno scontro diretto chiave tra i biancazzurri guidati da De Canio e la Reggina.
I padroni di casa su rigore hanno la possibilità di portarsi in vantaggio: sul dischetto si presenta Gelsi che, però, davanti a Orlandoni calcia fuori.
In campo tra gli abruzzesi c’era anche Allegri.
“Lui – rivela De Canio a Tuttojuve.com – lui mi rimprovera di non avergli fatto tirare il rigore contro la Reggina che poteva essere determinante per la nostra promozione in Serie A. Io, al contrario, gli rimprovero il fatto di non essere andato a prendersi il pallone per tirarlo vista la sua esperienza e la sua età (ride ndr). E’ un modo scherzoso ed affettuoso per ricordare dei momenti belli trascorsi con lui”.

All’Adriatico la Reggina vinse 2-0 con autorete di Cannarsa e rete di Possanzini.

Era la terzultima giornata, pareggiando in casa con la Ternana e vincendo a Torino gli amaranto conquistarono la promozione in A.