Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, il peso della pressione addosso: con la Casertana servono tre punti

Reggina, il peso della pressione addosso: con la Casertana servono tre punti

Quanto vale il pareggio ottenuto in rimonta sul difficile campo della Juve Stabia? A dirlo, paradossalmente, sarà la sfida immediatamente successiva e (domenica, ore 14.30) che vedrà opposta la Reggina ad una Casertana, ormai tranquilla e con l’obiettivo di conquistare un posto nei play off.
Gli amaranto devono necessariamente riassaporare la vittoria e non sarà facile per la consistenza dell’avversaria, ma anche per la scarsa abitudine degli uomini di Zeman a mettere in saccoccia i “tre punti”.
Sono solo quattro le vittorie ottenut in ventisette uscite e con all’orizzonte la proibitiva trasferta di Matera sarà necessario da subito invertire la rotta.
Zeman, nel corso della settimana, ha chiuso le porte ed oggi è un azzardo sbilanciarsi su quale sia il modulo che verrà proposto contro i campani.
Il 5-3-1-1 proposto a Castellammare di Stabia è stato definito dallo stesso tecnico un sistema di gioco che può dare garanzie soprattutto in fase difensiva, non potendo dunque essere congeniale a match in cui si ha quasi l’obbligo di vincere.L
La sensazione è che potrebbe tornare la difesa a quattro, così come i tre centrocampisti mentre potrebbe essere schierato un tridente atipico con Bangu, Porcino e Coralli.
L’ago della bilancia potrebbe essere proprio il centrocampista di proprietà della Fiorentina che, all’occorrenza, potrebbe spostarsi tra le linee per diversificare la proposta offensiva dei padroni di casa.
Leonetti non è al meglio e potrebbe, dunque, restare in panchina. Bianchimano, invece, è la risorsa che l’allenatore dovrebbe tenersi da giocare a partita inoltrata.