Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, con la Juve Stabia nulla da perdere, ma servono punti. Probabile formazione

Reggina, con la Juve Stabia nulla da perdere, ma servono punti. Probabile formazione

É il momento in cui per raggiungere l’obiettivo bisogna anche costruire delle imprese anche dove potrebbe essere impensabile. Ma é anche il momento in cui una squadra che intende salvarsi sa che, dopo ventisei partite, prima o poi dovrà per forza di cosa centrare un exploit fuori dalle mura amiche. A Castellammare di Stabia la Reggina va con la consapevolezza di non aver nulla da perdere, ma anche con l’intenzione di fornire una prestazione che possa regalare convinzione per il futuro, indipendentemente da quello che sarà l’esito di una gara dal pronostico innegabilmente chiuso.

Dovessero arrivare punti, però, sarebbero jolly importanti da giocare nella corsa alla salvezza dove, adesso, la Reggina, vistosamente penalizzata dal calendario degli ultimi tempi,parte da dietro rispetto alle avversarie, ma con un margine di ritardo ampiamente recuperabile.

Zeman se la giocherà ancora una volta col 4-3-3, sebbene sempre più spesso negli ultimi tempi si sia assistito a un qualcosa che assomiglia di più ad un 4-5-1 per atteggiamento.
Pesa tantissimo l’assenza di Coralli, a sostituirlo sarà il rientrante Bianchimano.  Porcino a sinistra è sicuro di una maglia, a destra sono tante le soluzioni: Carpentieri, Leonetti, Tripicchio o Maesano, con quest’ultima soluzione che porterebbe ad un atteggiamento piu abbottonato.

Confermato, salvo sorprese, il centrocampo con De Francesco, Botta e Knudsen, così come la difesa con Possenti, Kosnic, Gianola e Cane. In porta, ovviamente, spazio a Sala.