Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina a porte chiuse, a Castellammare di Stabia ci saranno delle novità?

Reggina a porte chiuse, a Castellammare di Stabia ci saranno delle novità?

L’idea è quella di cambiare? Lo scopriremo direttamente a Castellamare di Stabia, visto che per i giorni di oggi e domani la società ha deciso che gli allenamenti degli amaranto si svolgeranno a porte chiuse. Non ha sortito grandi effetti nel precedente periodo in cui la squadra è stata tenuta lontano da giornalisti e tifosi durante il corso della settimana, speriamo possa servire a qualcosa stavolta. Difficile capire cosa abbia in mente mister Zeman per la temibile trasferta in terra campana, le uniche certezze sono rappresentate dall’assenza di Coralli, fermato dal giudice sportivo per un turno ed il rientro di Bianchimano che ha dovuto pagare con due turni per una banale protesta in occasione del match interno con il Monopoli. Conoscendo il metodo adoperato fino al momento dall’allenatore, il cambio dovrebbe avvenire ruolo per ruolo, quindi fuori Coralli dentro Bianchimano, ma il percorso di questa squadra, come ormai stiamo ripetendo da tempo, necessita di novità sul piano tattico e delle motivazioni, altrimenti si rischia seriamente di rimanere inchiodati in zona play out, giusto per non voler pensare al peggio. Vedremo quindi quello che succederà, la Reggina è ancora alla ricerca del primo acuto esterno, più volte sfiorato nell’arco di questa stagione, ma mai ottenuto. La Juve Stabia è l’avversario peggiore per pensarci, anche se giunti a questo punto del campionato, i punti vanno conquistati contro tutti e senza guardare alla forza di chi ci si trova davanti. C’era il timore di potersi ritrovare dopo questo ciclo difficile di gare, ancora più lontani dalla salvezza diretta, il primo confronto, purtroppo, ha confermato le aspettative, speriamo non sia così anche per i restanti tre match.