Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, un rapporto tutt’altro che idilliaco tra gli arbitri e il capitano Coralli

Reggina, un rapporto tutt’altro che idilliaco tra gli arbitri e il capitano Coralli

Un rigore non concesso, una protesta vivace nei confronti del direttore di gara ed il quinto cartellino giallo della stagione schiaffato in faccia al capitano Coralli che gli costerà la squalifica. E’ una sfida quella tra gli arbitri e Coralli che si trascina dall’inizio della stagione, un rapporto sempre molto animato tra le parti caratterizzato da forti discussioni, proteste, falli giustamente ed anche ingiustamente non fischiati. Il bomber amaranto non può certamente affermare di avere un buon rapporto con i giudici di gara, la sua a volte esasperante ricerca del fallo in qualunque zona del rettangolo di gioco, lo porta spesso ad indispettire e nella maggior parte dei casi le decisioni degli arbitri gli danno torto. Questa volta, però, l’ultima, a ragion veduta il numero nove reggino protestava per un intervento alquanto deciso, poi ripreso anche nel post gara dal tecnico Zeman, il quale ha manifestato tutto il proprio disappunto per l’ennesima valutazione contraria alla Reggina. Resta un dato, Coralli in diffida ed ammonito salterà la prossima sfida, quella che si giocherà sul difficilissimo campo di Castellammare di Stabia. Un’assenza pesantissima, intanto per la capacità realizzativa del calciatore, oggi unico, a trovare con una certa continuità la via del gol e poi per la mancanza di uno dei pochissimi elementi carismatici e di personalità di un gruppo giovane ed inesperto.