Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, la salvezza passa anche dai risultati in trasferta. Il bottino è misero

Reggina, la salvezza passa anche dai risultati in trasferta. Il bottino è misero

Il pareggio interno contro il Monopoli ha frenato la corsa salvezza della Reggina. Due erano state le vittorie consecutive al Granillo, rispettivamente contro Fondi ed Akragas, intermezzate, però, da altrettante sconfitte, quelle in terra siciliana con Messina e Catania. Trasferta, parola indigesta per la squadra di Zeman, visto che fino ad oggi ha davvero raccolto pochissimo, la miseria di quattro punti, tre dei quali in avvio di stagione e quello clamoroso sul campo del Catanzaro a gara praticamente persa e per un evidente errore dell’estremo difensore giallorosso Grandi. Difficile immaginare di poter arrivare alla salvezza diretta, senza iniziare a fare qualche risultato importante lontano dal Granillo, perché può succedere, così come accaduto in occasione dell’ultimo confronto, di non riuscire sempre a conquistare l’intera posta davanti al pubblico di casa. In trasferta gli amaranto hanno alternato buone prestazioni ad altre prive di personalità e di sicuro riescono ad esprimere il meglio contro compagini più attrezzate, vedi Catania. Lunedi nel posticipo di Cosenza, quale occasione migliore per iniziare ad invertire il negativo trend, al cospetto, però, di una squadra che davanti al proprio pubblico lascia pochissimo spazio a chiunque, ma Botta e compagni hanno l’obbligo di provarci.