Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, improvvisamente l’assenza di Bianchimano diventa pesante

Reggina, improvvisamente l’assenza di Bianchimano diventa pesante

E’ la quinta espulsione della stagione, ancora una volta pagata a caro prezzo. L’ultima in ordine di tempo era stata quella di Bangu per il quale quattro erano state le giornate di squalifica e senza sconti, adesso tocca al giovane Bianchimano, colpevole di aver detto qualcosa di troppo al direttore di gara. Zeman dovrà rinunciarvi per due gare e l’assenza, in virtù di quello che il ragazzo ha fatto vedere ogniqualvolta è entrato in campo, potrebbe risultare veramente pesante. Anche con il Monopoli la sua stazza fisica, le sue sponde, hanno reso la Reggina più incisiva e pericolosa, anche se per mister Zeman non è quello il sistema migliore per arrivare a fare gol. Intanto Bianchimano non ci sarà, per il derby con il Cosenza e per la grande sfida al Granillo contro il Lecce. Il mercato di riparazione non ha portato nulla in fatto di attaccanti e per queste due sfide non ci sarà una vera alternativa a capitan Coralli. Il tecnico dovrà inventarsi qualcosa per rendere questa squadra, oltre che produttiva dal punto di vista delle occasioni, anche più redditizia in fase realizzativa. Gli attaccanti in rosa sono tantissimi, ma tutti con le stesse caratteristiche e tutti maggiormente predisposti al gioco sulle corsie esterne. Lo si faccia diventare un vantaggio.