Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, prima le cessioni, poi si vedrà. Oggiano nodo difficile da sciogliere

Reggina, prima le cessioni, poi si vedrà. Oggiano nodo difficile da sciogliere

Nulla si muove. C’era da aspettarselo alla luce di quanto la società aveva lasciato intendere nel momento in cui ha parlato di continuità del progetto. Insieme alla convinzione di poter andare avanti con un gruppo di calciatori che fino ad oggi si è mostrato altalenante nel proprio percorso, vi sono pure difficoltà evidenti dettate da disponibilità economiche limitate. Il primo obiettivo sarà quello di alleggerire il monte ingaggi a partire da quei calciatori ritenuti fuori dal progetto tecnico, De Bode ed Oggiano. Ai quali il DG aveva dato fiducia la scorsa estate, essendo tra i pochi reduci della passata stagione, soprattutto nei confronti dell’attaccante al quale è stato proposto un contratto biennale poi sottoscritto. E proprio in virtù di quest’ultimo che l’esterno offensivo oggi sembra fare resistenza sulla richiesta di rescissione, insieme a proposte verso il calciatore che arrivano solo dalla serie D. Un nodo da sciogliere tutt’altro che semplice e che, in mancanza di liquidità, blocca al momento qualsiasi tipo di altra operazione. Liberarsi di Oggiano e De Bode primo obiettivo di questo mercato, ma non saranno probabilmente gli unici a salutare. Valutazioni riguardo possibili cessioni potrebbero interessare anche l’esterno Maesano, il difensore centrale Lo e qualcuno dei tanti giovani arrivati la scorsa estate. In entrata? Per ora solo sondaggi e richieste di disponibilità, l’impressione è che se qualcosa dovesse accadere, non avverrà a breve.