Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Martino attende notizie dalla società. Tutto in questa settimana

Reggina, Martino attende notizie dalla società. Tutto in questa settimana

Con la squadra che riprende le fatiche dopo la sosta natalizia, riparte il programma di allenamenti che porterà alla sfida casalinga contro l’Akragas, società quella siciliana, oggi in grande difficoltà sotto tutti i punti di vista. La Reggina proverà a rimettere le cose a posto dopo la batosta subìta nel derby con il Messina, gara in cui ancora una volta sono stati evidenziati limiti tecnici e caratteriali. Le notizie che si attendono dovranno arrivare da due fronti, quello societario e quello riguardante il calciomercato. L’uno strettamente collegato all’altro, visto che solo l’atteso aumento di capitale sociale, potrà consentire di effettuare qualche operazione in entrata. In questo momento non si registrano novità ed è bene che qualcosa si muova, visto che il termine ultimo è stato fissato per il 15 di gennaio, secondo quanto riferito dal presidente Praticò in occasione del suo saluto alla stampa prima delle festività natalizie. In attesa è soprattutto il direttore generale Martino, che da tempo lavora su obiettivi da raggiungere, ma difficilmente le trattative potranno essere portate a termine, senza che vi sia una indicazione precisa sul budget da investire. Intanto ci si muove anche per sfoltire un organico che conta troppi elementi alcuni dei quali apparsi non particolarmente graditi al tecnico, visto lo scarso utilizzo degli stessi nel corso di questa parte di stagione. Non sarà facile piazzare in modo particolare i due fuori dai programmi tecnici da tempo come Oggiano e De Bode, soprattutto il primo, forte di un contratto che lo lega agli amaranto per due anni. E se è vero come dice mister Zeman che carattere e spirito di sacrificio non si trasmettono ma si hanno nelle proprie corde, su queste caratteristiche, insieme a qualità tecniche importanti, si dovrà lavorare per irrobustire l’attuale organico, altrimenti il rischio molto serio è quello di vedere ancora una squadra esprimersi a fasi alterne e con risultati che probabilmente possono non portare all’obiettivo prefissato.