Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, troppo importante conservare la categoria. Chi arriva, chi parte

Reggina, troppo importante conservare la categoria. Chi arriva, chi parte

Gennaio mese importantissimo per la Reggina. Periodo in cui si svolge il calciomercato e quindi la possibilità di correggere un organico che ha mostrato carenze dal punto di vista strutturale e lacune caratteriali. Non sarà una passeggiata per il DG Martino, perché vi è la consapevolezza di non poter sbagliare ed allo stesso tempo una disponibilità economica non elevata. La sensazione è che si cambierà molto anche questa volta, tra giocatori che fino ad oggi poco sono stati utilizzati ed altri che hanno fornito uno scarso rendimento. Con il trascorrere dei mesi son venute meno anche quelle che apparivano certezze come per esempio l’estremo difensore Sala ed il centrale Kosnic, poco invece dovrebbe muoversi sulla linea mediana, tranne richieste importanti per il giovane De Francesco. Si cercano calciatori di qualità per le corsie esterne ed un attaccante da affiancare a Coralli. Vietato sbagliare e questo in società lo sanno benissimo, cercare gli elementi giusti che possano invertire l’attuale rotta ma soprattutto quei giocatori che anche caratterialmente riescano ad integrarsi in una categoria complicata come la Lega Pro. Una categoria che la Reggina ha assoluto bisogno di conservare, come obiettivo sportivo ma in qualche modo anche di sopravvivenza. Perché non vogliamo immaginare le conseguenze di una eventuale retrocessione che sarebbe probabilmente decisiva anche per il futuro della società.