Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Martino e Zeman a confronto per valorizzare il 4-3-3. Partenze importanti?

Reggina, Martino e Zeman a confronto per valorizzare il 4-3-3. Partenze importanti?

Al momento pare non vi sia alcun dubbio che la società ribadisca la propria fiducia nei confronti di mister Zeman. Il problema è stato individuato e da quelle che sono le dichiarazioni dello stesso allenatore, ma anche del massimo dirigente Praticò, sembra riguardare in modo particolare i calciatori, il loro rendimento, il loro comportamento. Ed allora la palla passa al direttore generale Martino che, nei ventotto giorni a disposizione, quelli di calciomercato, dovrà individuare i profili giusti per consentire alla Reggina di intraprendere un percorso diverso da quello che l’ha vista protagonista in negativo negli ultimi mesi. Mister Zeman conosce benissimo un modulo e su quello continuerà ad insistere: “Rinforzi? Se mi chiederanno un parere dirò la mia”, questa la risposta nel post gara contro il Messina. Sicuramente ci sarà il confronto tra le parti e nei limiti di quelle che saranno le disponibilità economiche, si interverrà per rendere più competitivo l’organico. Il 4-3-3 necessita di giocatori di corsa e piede soprattutto sulle corsie esterne, zone del campo in cui, tranne il giovane Porcino, sono state evidenziate, invece, lacune importanti, in fase difensiva ed offensiva. Urge sicurezza anche al centro della difesa, con Gianola e Kosnic che, dopo un inizio confortante, hanno palesato difficoltà e mancanza di esperienza. Il centrocampo è il settore apparso meglio assortito, pur avendo fornito prestazioni troppo altalenanti, da capire se si vuole ancora puntare su Botta e soprattutto pensare, per monetizzare, di sacrificare il giovane De Francesco. Sul calciatore ci sono le attenzioni di diverse squadre di Lega Pro e non mancano anche quelle della cadetteria. Un altro giocatore in partenza che potrebbe portare soldi in cassa è il difensore Kosnic, anche per lui diverse richieste. Quasi inutile ribadire quanto sia necessario in attacco un sostegno per il capitano Coralli.