Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Praticò: ‘Sul pullman vera paura. Aggressione Sala vista da emissario Procura Federale’

Praticò: ‘Sul pullman vera paura. Aggressione Sala vista da emissario Procura Federale’

A distanza di qualche ora dalla trasferta di Messina, il presidente Mimmo Praticò, intervenuto alla trasmissione “Reggina in rete”, è tornato su quanto accaduto negli spogliatoi del San Filippo e la paura vissuta sul pullman in fiamme durante il viaggio di ritorno: “Sono stati momenti di grande paura. Pensavo ad uno scherzo quando i ragazzi urlavano “a fuoco, a fuoco”, mi son girato ed ho visto le fiamme molto alte. Momenti di panico, se le fiamme avessero toccato la zona del carburante, poteva davvero succedere una tragedia. Lo stesso allenatore è sceso di corsa dal pullman senza scarpe perché fortemente impaurito, non ci si rendeva conto di quello che stava succedendo. Ero all’interno dello spogliatoio nostro che dista tantissimo dall’ingresso in campo. Ho sentito delle urla, pensavo ad un vociare, ma sono uscito ugualmente per capire cosa stesse succedendo e mi sono accorto che in mezzo a tanta gente il nostro portiere ed un emissario della Procura Federale il quale mi ha ribadito di aver visto un calciatore del Messina colpire il nostro portiere Sala. Denuncia? Lo scorso anno per fare ricorso al Rende mi son dovuto violentare, non rientra nel nostro modo di pensare, perché le partite si giocano e vincono sul campo. Il nostro portiere era scosso, non so quanto abbia potuto influire sul rendimento psicologico del ragazzo nel corso della partita, ma comunque non si è ritenuto di dover andare oltre quello che ci è stato raccontato. Abbiano costruito una nostra immagine in questo anno e mezzo ed in tanti ci hanno definiti diversi, per onestà, trasparenza, chiarezza, correttezza, orgoglio, passione, qualunque cosa avessimo scritto, non avrebbe influenzato il risultato”.