Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina tra dubbi e certezze. Zeman valuta possibili novità

Reggina tra dubbi e certezze. Zeman valuta possibili novità

Meno due. Tra meno di 48 sarà ancora derby dello Stretto, più che mai infuocato vista la delicata posizione di classifica per Messina e Reggina, appaiate a quota 18. Una vittoria, per l’una o per l’altra, significherebbe molto più dei tre punti. Due città sospirano e chiedono di battere il nemico di sempre, la vittoria amaranto dell’andata (abbinata alla beffa atroce dello spareggio di due stagioni fa) fa aumentare la pressione per la formazione di Lucarelli.

Reggina reduce da una fondamentale vittoria sul Fondi, Coralli e compagni dopo più di due mesi bui hanno visto la luce in fondo al tunnel. Amaranto tornati brillanti e capaci di mostrare bel gioco, compattezza e determinazione, l’incantesimo si era spezzato nel finale arroventato di Caserta. Zeman spera di vedere conferme al San Filippo, il tecnico boemo valuta le condizioni psico-fisiche del gruppo e medita alcuni possibili cambiamenti.

Il centrocampo visto con il Fondi è tornato a impressionare come a inizio anno,  scontata la conferma del trio Botta-De Francesco-Bangu sulla linea mediana. Probabile la conferma anche del quartetto difensivo, cosi come dell’ esterno mancino offensivo Porcino. Le incertezze di Zeman sono legate alle ultime prestazioni negative di Sala: il portiere amaranto contro Paganese e Fondi con due uscite a vuoto ha causato le reti avversarie, Licastro potrebbe quindi prendere il posto dell’ex Ternana tra i pali. Gol pesanti quelli realizzati da Bianchimano con Catanzaro (complice l’erroraccio di Grandi) e Fondi, il centravanti amaranto scala gerarchie e sgomita per una maglia da titolare. Zeman potrebbe decidere di lanciarlo dal 1′ contro il Messina, con Coralli allargato sulla fascia oppure posizionato alle spalle di Bianchimano, nel 4-2-3-1 vistosi nella parte finale di gara con il Fondi.