Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Messina-Reggina, Balistreri salva gli amaranto, ma è Simonini ad entrare nel cuore dei tifosi

Messina-Reggina, Balistreri salva gli amaranto, ma è Simonini ad entrare nel cuore dei tifosi

La rivalità dura da sempre, la bellezza di questo derby è rappresentata soprattutto per quello che le due tifoserie riescono ad esprimere sugli spalti in fatto di tifo e sfottò. Non è stato possibile ammirare questo spettacolo in occasione della gara di andata, non sarà possibile neppure al ritorno, per il divieto imposto dopo i tafferugli del 2015. Toccherà, quindi, ai soli calciatori fornire al pubblico presente ed a coloro che la vedranno attraverso i canali di Sportube uno spettacolo degno di una gara così sentita. Nella lunghissima storia che riguarda le due compagini, sono pochi i sussulti amaranto in terra siciliana. Uno è recentissimo ed ha regalato la vittoria in occasione del play out che ha consentito alla Reggina di mantenere la categoria, ma solo per qualche mese visto il successivo fallimento. Successo arrivato dopo una stagione piena zeppa di tribolazioni e difficoltà e forse per questo motivo maggiormente vissuta con particolare euforia. Ma i tre punti che i tifosi amaranto ricordano come memorabili, portano la firma dell’indimenticato Fulvio Simonini il 22 ottobre del 1989. Erano in tanti sugli spalti del Celeste, tantissimi, collocati nel settore di gradinata. Quel rinvio di Rosin, l’attaccante Simonini che supera il difensore Da Mommio e batte con un pallonetto l’estremo difensore Ciucci. Quella Reggina, targata Bolchi, puntava alla massima serie dopo uno straordinario girone di andata, salvo poi perdere punti e posizioni nella parte conclusiva del torneo. Oggi, invece, come quello spareggio del 2015, le due compagini stazionano nella parte bassa della graduatoria e sperano con una vittoria di dare una svolta al proprio campionato.