Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Iacopino: “Martino garanzia assoluta. Servono rinforzi, il silenzio non è produttivo”

Iacopino: “Martino garanzia assoluta. Servono rinforzi, il silenzio non è produttivo”

Quando il tempo glielo consente, il dottor Franco Iacopino fa sempre una capatina nella sua amata Reggio. Ricordi legati ad una vita spesa per il calcio in amaranto, ultimi anni di carriera, poi, al servizio del Modena. Sabato sera era allo stadio e la sua presenza ha attirato l’attenzione soprattutto dei colleghi giornalisti che hanno fatto a gara per averlo ospite nelle varie trasmissioni o interviste sui giornali. Presente all’interno di “Reggina in Rete”, trasmissione sportiva prodotta da Immedia Live e diffusa da Cap TV, l’ex dirigente amaranto ha parlato dell’attuale momento della squadra, della società, del tecnico: “Contro l’Andria non mi sono divertito molto, ma è difficile vedere calcio spettacolo in Lega Pro. Nel primo tempo la Reggina ha giocato veramente male, nel secondo un po’ più di cattiveria agonistica e la ricerca di qualche trama di gioco ha prodotto anche qualche tiro in porta, anche se in effetti troppo poco. E’ evidente che il gruppo necessita di qualche rinforzo, però è giusto ricordare che la costruzione della squadra è avvenuta in tempi molto ristretti. La gestione tecnica della società è affidata a Gabriele Martino che rappresenta garanzia assoluta. Avrà certamente già individuato quello che serve, al momento appare evidente che soprattutto in attacco manchi qualcosa in aiuto a Coralli. Oggi questo gruppo giovane appare impaurito, c’è il timore di sbagliare e questo incide molto sulle prestazioni. Sarà fondamentale raccogliere più punti possibili in queste tre gare e con grandi responsabilità, quelle che hanno certamente la società e Gabriele Martino, si interverrà poi sul mercato.

In questa città si vive molto di calcio. Il rapporto tra Reggio Calabria e la Reggina è assai particolare. Ed allora il silenzio della società in questo momento non è produttivo, serve il confronto, la critica costruttiva, il dialogo fra tutte le componenti. Con Praticò e Martino, che sono vecchi amici, quando andiamo insieme a cena parliamo di donne del passato (ride), ci raccontiamo qualche barzelletta, no di calcio no. Un mio ritorno alla Reggina? Dodici anni fa Iacopino è stato giudicato vecchio, ho fatto altri dodici campionati di serie B. Adesso ho deciso io che sono vecchio e quindi è giusto che vada in pensione”.