Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Foggia, Stroppa: ‘Strano affrontare Zeman, ricorda suo padre. Reggina squadra frizzante’

Foggia, Stroppa: ‘Strano affrontare Zeman, ricorda suo padre. Reggina squadra frizzante’

‘Karel Zeman? È strano affrontarlo perché nei modi di fare rispecchia molto suo padre. Ci siamo confrontati spesso al telefono. Sono contento che abbia avuto questa opportunità. Al di là di qualche difficoltà sta facendo bene, ha dato un’identità alla squadra, è un ragazzo eccezionale’. Giovanni Stroppa parla cosi del tecnico amaranto, prossimo avversario al Granillo. Il tecnico del Foggia, nonostante la sequenza di risultati negativi degli amaranto, non si fida della Reggina. ‘Ha entusiasmo, tutti corrono, è una squadra frizzante, mi dà questa sensazione. Cercheremo di tirare fuori le loro difficoltà. Coralli è uscito anzitempo col Catanzaro, non so se sarà disponibile, è un giocatore esperto, abituato a categorie più importanti. Per il resto è una squadra di movimento, fa le cose con convinzione, può essere pericolosa in tutti i momenti della partita. Fin’ora hanno sempre giocato col 4-3-3’.

Anche per il Foggia non è il momento migliore della stagione, nonostante il secondo posto serpeggia qualche malumore che Stroppa prova a intercettare. ‘L’umore della squadra non è eccezionale perché il calciatori vivono della sensazione della città, e siccome la sensazione della città fin’ora è stata negativa, anche la squadra risponde così. Sicuramente è stato un percorso esaltante, se siamo arrivati ad un malessere generale mi dispiace, perché la squadra deve essere assolutamente ovattata da negatività gratuite. Io questa maglia me la sento addosso perché ho vissuto qui esperienze importanti, belle e brutte. Ho vissuto una serie A dove andavamo in tutti i campi a dettare legge, e poi ho fatto una serie C dove non la società era assente. Ora abbiamo tutto, c’è una società forte, un gruppo fantastico, siamo secondi in classifica’.

Il tecnico rossonero si sofferma sulle assenze e gli aspetti tecnico-tattici della sfida con la Reggina. ‘Dobbiamo essere compatti ed equilibrati, attaccare nel modo giusto, avere letture perfette. Sarà un Foggia decimato, 3 squalifiche e 3 infortunati, ma giocherà chi sta meglio. L’importante è che la squadra abbia bene in testa l’obiettivo e sia coesa. Dobbiamo continuare così. Cambio di modulo? Rimarremo col 4-3-3, almeno all’inizio’.