Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina-Taranto, Zeman medita alcuni cambiamenti

Reggina-Taranto, Zeman medita alcuni cambiamenti

Gli allenamenti a porte chiuse svolti dalla Reggina in settimana suggeriscono che nella testa di Karel Zeman c’è la possibilità che in vista della gara con il Taranto si possa cambiare qualcosa.
Si affronta una squadra in difficoltà, che si difende a cinque e che potrebbe far male soprattutto in contropiede.
L’idea, però, è quella di variare qualcosa nel modulo
Alle 18.30 di questa domenica difficilmente la Reggina non scenderà in campo con il 4-3-3, ma qualcosa potrebbe variare nei concetti e soprattutto negli uomini.
Davanti a Sala, sarà schierata ancora la difesa a quattro.
Gianola torna dalla squalifica e affiancherà Kosnic al centro della retroguardia, con Possenti a sinistra e a destra uno tra Maesano e Cane.
Il giovane reggino potrebbe ancora una volta vincere il ballottaggio con l’ex giocatore del Messina.
Chiavi del centrocampo sempre affidate a Botta, con De Francesco mezz’ala sinistra. A destra potrebbe esserci spazio per Knudsen, dato che Bangu sembra aver perso lo smalto de tempi migliori.
Il cambiamento annunciato da Karel Zeman potrebbe riguardare l’attacco. Difficile pensare di rinunciare al collaudato asse Porcino-Coralli, potrebbe completare il tridente il giovane Tripicchio.