Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Crotone, Trotta-Falcinelli, prima il siparietto, poi i gol. Nicola: “Pubblico da serie A”

Crotone, Trotta-Falcinelli, prima il siparietto, poi i gol. Nicola: “Pubblico da serie A”

La verità? Ci credevano in pochi riguardo una possibile risalita del Crotone. Per carità, il percorso è ancora lunghissimo e la strada tutta in salita, ma dopo il disastroso avvio e l’inizio di un ciclo terribile, nessuno si aspettava quattro punti nelle due gare da giocarsi contro Fiorentina, fuori e Chievo in casa. L’orgoglio, la voglia di battersi, la daterminazione del gruppo e la tenacia di colui, uno dei pochi, che ha sempre sostenuto che questo Crotone era in grado di giocarsela con le dirette concorrenti questa difficile permanenza, hano fatto la differenza. Mister Nicola, da tanti bistrattato, spesso fortemente contestato, ma per sua fortuna saldamente sostenuto dalla società. Contro il Chievo la prestazione è stata di carattere, contro una compagine tra le più in forma del campionato e probabilmente anche le più complicate da superare. Euforico il mister al termine dell’incontro: “Sono soddisfatto, il gruppo cresce giornata dopo giornata, probabilmente da qui in avanti si perderanno altre partite, ma finalmente abbiamo acquisito consapevolezza e convinzione”. La nota stonata della giornata quel battibecco tra Falcinelli e Trotta prima della battuta del calcio di rigore. Scene poco piacevoli che in un campionato come quello di serie A non si vorrebbero mai vedere, ma anche in questa circostanza mister Nicola trova il lato positivo della vicenda: “Mancando Palladino, i rigoristi capaci sono diversi. Lascio a loro la decisione in campo, voler tirare il calcio di rigore è segno di forte motivazione. Quando ho visto che la discussione durava oltre il normale ho dato indicazioni io verso trotta, l’ho visto molto freddo in settimana. Il nostro pubblico è da serie A”.