Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Matera, l’ex De Rose: ‘Al Granillo per vincere. Reggina, eravamo quasi in A…’

Matera, l’ex De Rose: ‘Al Granillo per vincere. Reggina, eravamo quasi in A…’

di Pasquale Romano – Sogni di gloria. Domenica Francesco De Rose, assieme al suo Matera, tornerà al Granillo dopo aver vestito la maglia amaranto per 53 volte in tre stagioni. Forse sarebbe più opportuno dire 51+2, considerato che lo spareggio con il Novara ha racchiuso in 180 minuti tutto quello che il calcio ha da offrire in termini di gioia e disperazione.

‘Come dimenticare quelle due partite. Nella gara d’andata il Granillo era uno spettacolo, solo quando aveva giocato contro la Juventus l’avevo visto in quel modo. Quel giorno avevo i brividi –dichiara ai microfoni di Strill– purtroppo non siamo riusciti per un pelo in quello che sarebbe stato un miracolo. Ricordo tutto di quella stagione, l’inizio in sordina e la diffidenza che circondava una squadra giovane. E poi l’entusiasmo che cresceva inarrestabile settimana dopo settimana, sino alla beffa di Novara…’.

Dopo aver soltanto sfiorato la Serie A, per la Reggina è iniziato un declino lento ma inesorabile. ‘Le difficoltà aumentavano sempre di più, nel mio ultimo periodo a Reggio Calabria ho capito che si stava andando incontro a qualcosa di fortemente negativo. Io però sono stato bene in riva allo Stretto, per me è stato un orgoglio vestire la maglia di un club cosi blasonato e con i tifosi amaranto ho sempre avuto un ottimo rapporto. Loro non meritavano alcune brutte figure e di finire tra i dilettanti, mi fa piacere che adesso si viva una fase di riscatto’.

Centrocampista tutto cuore e polmoni, De Rose è ripartito da Matera dopo le esperienze con Lecce e Barletta. La formazione allenata da Auteri è tra le accreditate alla vittoria finale del girone C di Lega Pro: ‘Sappiamo di essere una buona squadra, costruita per lottare per i primi posti. Il campionato però si sta rivelando tosto, appena diminuiscono attenzione ed intensità perdi punti per strada. Crediamo nel salto di categoria, ma bisogna fare i conti con diverse avversarie agguerrite’.

Al Granillo domenica sarà un ritorno ‘di gruppo’, oltre a De Rose infatti si rivedranno anche Louzada, Armellino e Di Lorenzo. ‘Ne abbiamo parlato a lungo in settimana. Per loro forse sarà ancora più speciale, hanno vestito la maglia della Reggina due anni fa, nell’incredibile stagione dello spareggio con il Messina. Di Lorenzo è cresciuto tanto, Armellino (già 4 gol in campionato, ndr) è diventato ‘mister punizioni’. Louzada? Ha qualità tecniche importanti ed è maturato rispetto agli anni in amaranto. Ma devi sempre stargli dietro, altrimenti… (ride, ndr) ‘.

Matera dalle ambizioni importanti il prossimo avversario della Reggina di Zeman, il centrocampista cosentino classe ’87 però non vuol sentir parlare di pronostico favorevole alla formazione di Auteri: ‘Non credo ci sia una favorita, sarà una partita equilibrata. La Reggina in casa ha dimostrato di potersela giocare alla pari con chiunque, è una squadra equilibrata che concede pochissimo. Mi fa piacere notare la crescita di Porcino, oggi punto fermo degli amaranto. Quando vestivo la maglia della Reggina era tra i ragazzini più promettenti del settore giovanile’.