Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, squadra che vince, pareggia o perde, non si cambia

Reggina, squadra che vince, pareggia o perde, non si cambia

Negli anni, soprattutto gli ultimi, ci si lamentava per i continui cambi, oltre che tecnici, anche di formazione. Spesso dettati dalle difficoltà a raggiungere dei risultati sul campo e quindi alla ricerca delle soluzioni migliori attraverso la sostituzione di giornata in giornata dei protagonisti. Nessuno escluso, perchè si ricordano senz’altro gli avvicendamenti anche tra i pali, in tante circostanze alternando tre portieri nella stessa stagione. L’esatto contrario di quanto accade, invece, in queste prime giornate del nuovo campionato della Reggina. Zeman ha individuato un gruppo di tredici calciatori, al momento, di cui undici titolari fissi, trovando continuità di rendimento e prestazioni. Qualche sostituzione ed accorgimenti tattici, sono avvenuti all’indomani della brutta prestazione di Fondi, ma si era alla prima giornata e con un gruppo buttato nella mischia a zero conoscenze e pochissimi allenamenti. Dal Messina in avanti l’inserimento di Kosnic per De Bode, l’avanzamento di Porcino sulla linea d’attacco con addirittura il gol che ha sbloccato il derby realizzato proprio dall’esterno reggino, le uniche novità. Da quel momento si è modificato poco o nulla, a prescindere dai risultati che fossero pareggi, tanti, vittorie, solo una quella ultima con la Juve Stabia, sconfitte, anche in questo caso una sola, sul campo del Lecce. Forte di una condizione atletica invidiabile mister Zeman proseguirà sul percorso tracciato, immaginando abbia ben chiaro il rendimento che questo gruppo di undici calciatori può fornire e soprattutto fino a quando. Intanto agevola senza dubbio il compito della stampa. Sulla probabile, ormai, ci si azzecca sempre. Dovrebbe essere un vantaggio anche per gli avversari, ma oggi il campo dice che non è così.