Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Reggina-Cosenza zero gol, ma è stato spettacolo di tifo

Reggina-Cosenza zero gol, ma è stato spettacolo di tifo

Una cartolina da mandare a quanti rendono altre partite un incubo per l’ordine pubblico.  La rivalità tra Reggina e Cosenza è storica.

Per nessuna delle due vale, rispettivamente, quelel contro Messina e Catanzaro, ma è collocabile al secondo posto nelle gerarchia delle partite più sentite.

Ma sugli spalti è stato vero derby.  Peccato per la cornice di pubblico limitata a cinquemila persone per ragioni di agibilità dello Stadio Granillo, ma chi c’è stato si è fatto sentire.

Da un lato i trecentocinquanta sostenitori del Cosenza che, pur non in grande numero, hanno sostenuto i lupi con un tifo compatto, a suon di cori “old style” ma comunque d’impatto ed efficaci.

Sensibile anche l’apporto della Curva Sud dello Stadio Oreste Granillo che ha ritrovato la compattezza dei tempi migliori.  Si è rinnovato anche il solito momento in cui, a fine partita, la squadra si è recata sotto il settore degli ultras a scandire in coro il canto: “Amaranto alè”(Vedi qui il video)

Presenti, inoltre, in tribuna est oltre cento emigrati, attualmente ospitati presso lo Scatolone.  Un ulteriore atto di solidarietà messo in mostra da un derby che si è compattato nel ricordo di Gigi Marulla (leggi qui).