Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Praticò: “Cosenza squadra forte. Noi però vogliamo allungare la striscia”

Praticò: “Cosenza squadra forte. Noi però vogliamo allungare la striscia”

La Reggina si gode l’attuale momento. Per carità, nulla di straordinario, ma il perdurare dell’imbattibilità ed il ritrovato feeling con i tifosi, rimangono conquiste importanti per la società del presidente Praticò. Quattro partite in cui si è registrata la vittoria nel derby con il Messina e tre pareggi uno dietro l’altro con qualche spazio anche a recriminazioni. Sicuramente da Monopoli, dove i primi venti minuti di gara hanno fatto pensare ad una partita tutta in discesa, il vantaggio con Porcino, le due occasioni sui piedi di Oggiano. Ma soprattutto l’evidente possibilità per De Francesco e soci di tenere in pugno l’andamento del match, ma così non è stato. Di fatto scatenando la rabbia di mister Zeman che dai suoi pretende continuità di rendimento e comportamento nel corso dei novanta minuti ed una mentalità che dovrà essere sempre e costantemente vincente. Anche quando si ha la possibilità di battere un angolo a trenta secondi dalla conclusione ed invece si decide di arrivare al triplice fischio senza osare. Questa Reggina ha ancora ampi margini di miglioramento, è la sensazione di tutti nel vedere la squadra giocare e pensando ad un gruppo che solo da quattro settimane gioca insieme e si allena insieme. Anche in città l’aria che si respira è diversa rispetto al passato. Chi non si è abbonato si sta lasciando contagiare da chi invece lo ha fatto ed anche per il prossimo incontro casalingo, è possibile rivedere tanta gente allo stadio, come già successo con Messina e Catania. Non vive di esaltazioni, o almeno non intende farlo il presidente Praticò che prende atto dell’attuale momento, mantenendo comunque sempre molta prudenza: “Sappiamo che giocheremo con una squadra che ha un potenziale di calciatori importante ed i risultati lo stanno dimostrando. Per noi partita difficile e delicata ma che ci da la possibilità di trovare conferme e quindi sperare di poter proseguire questo trend positivo. Non era facile partire bene, visto il ritardo dettato dall’attesa del ripescaggio, non era facile in così poco tempo far arrivare i calciatori a Reggio Calabria e creare subito gruppo. Anche il calendario poteva essere un pericolo, vista la sequenza di derby da giocarsi. Due sono andati bene e solitamente non c’è due….. Devo dire che sto avvertendo anche io nuova partecipazione e coinvolgimento e questo mi fa molto piacere. La gente apprezza gioco e risultati e questa vicinanza la sentono fortemente anche i giocatori. Tutti intendiamo prolungare il più possibile questo momento”.

Michele Favano