Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina-Catania, quando l’analisi dell’incontro è totalmente opposta…

Reggina-Catania, quando l’analisi dell’incontro è totalmente opposta…

Il calcio ci ha abituato a disamine che spesso si contrappongono a fine gara, nell’analisi del match da parte dei due allenatori. E’ successo anche nel post partita di Reggina-Catania. Da una parte mister Zeman ha mostrato soddisfazione per il punto ottenuto, per la prestazione dei suoi soprattutto sul piano della combattività e della tenuta atletica, visto che si arrivava dalla dura trasferta di Agrigento di appena tre giorni addietro, al cospetto di un Catania molto riposato, causa lo spostamento del match che avrebbe dovuto giocare con il Fondi. C’è obiettività per quello che riguarda l’allenatore amaranto, nel sottolineare poca velocità nella manovra e l’insistenza sui cross, spesso troppo alla portata dei giocatori rossoazzurri. Passiamo a Rigoli: “Credo meritassimo i tre punti, non abbiamo subito un tiro a porta escluso il gol di Bangu. Nella ripresa potevamo essere più cattivi in alcune circostanze, poi ci siamo abbassati troppo. Avevamo sofferto più sul campo dell’Andria, oggi invece credo che la squadra difensivamente non abbia corso grossi pericoli’. Questa l’analisi del tecnico siciliano, che sottolinea, ed è vero, la scarsa incisività della Reggina, trascurando però un dato, cioè che il suo Catania, oltre al gol di Piscitella, scaturito da almeno tre errori della retroguardia reggina, ha tirato una sola volta in porta, su conclusione, bella, da fuori di Russotto. In realtà, forse, sarebbe stato più giusto affermare che nella sua totalità l’incontro non è stato di quelli esaltanti. Molto possesso della Reggina, con scarse produzioni di azioni gol e Catania in attesa di poter colpire, così come ha fatto in occasione del vantaggio. Il punto venuto fuori è il risultato che rispecchia fedelmente quanto accaduto all’interno del rettangolo di gioco, senza trascurare che, per come sono state costruite le due compagini e per gli obiettivi che hanno da raggiungere, probabilmente ne esce meglio la squadra di Zeman.