Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Granillo messo a dura prova. Ma da domani la musica dovrebbe cambiare

Reggina, Granillo messo a dura prova. Ma da domani la musica dovrebbe cambiare

Dovrebbe arrivare domani l’ufficialità sulla riapertura del centro sportivo S. Agata. In tutto questo tempo la Reggina ha svolto attività, salutato e ringraziato per la disponibilità la concessione del Lo Presti, allenandosi al Granillo. Troppi problemi fisici, misure di campo non corrispondenti a quelle reali, ecco perchè si è deciso di abbandonare i sintetici, scelta condivisa tra società, tecnico e giocatori. Il professionismo è cosa diversa dalla serie D, qui nulla può essere improvvisato e tutto deve essere fatto secondo criteri ben precisi. Dicevamo del Granillo, messo a dura prova durante questi giorni in cui si sono svolte anche doppie sedute e qualche pioggia ne ha rallentato il recupero. Possibile che le non perfette condizioni del terreno di gioco vengano evidenziate questo pomeriggio in occasione del match contro il Catania. Dopo l’esordio casalingo vincente con il Messina, diversi calciatori si sono lamentati senza troppo clamore, ma è fin troppo evidente che non è possibile sollecitare quotidianamente attraverso le sedute di allenamento, lo stesso campo in cui si vanno a giocare le gare di campionato. Ma, come detto, il problema dovrebbe essere finalmente risolto. Si parla di imminente apertura del S. Agata, addirittura pare che la consegna delle chiavi possa avvenire già da domani.