Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Praticò: “Le leggi vanno rispettate. Anche i tifosi. Sul S. Agata ci siamo”

Reggina, Praticò: “Le leggi vanno rispettate. Anche i tifosi. Sul S. Agata ci siamo”

Diventato quasi un appuntamento fisso del dopo gara all’interno della trasmissione Talk Sport su Antenna Febea, quello del presidente Praticò. Un intervento ampio su quanto fatto dalla squadra ad Agrigento, ma soprattutto la questione S. Agata e la vicenda anticipo per quello che riguarda il match con il Catania: “Faccio calcio da tantissimi anni e spesso la gente confonde la mia discrezione ed il rispetto dei ruoli con la competenza o meno. Per 22 anni ho accompagnato la nazionale Under 19 e visto non so quante partite di livello internazionale. Siedo accanto al mister durante le nostre partite ed anche io credo di essere in grado di poter dare una obiettiva chiave di lettura agli incontri della mia squadra. Il ruolo ed il mio carattere, però, mi portano a non entrare nel merito di questioni tecnico e tattiche. Sulla questione S. Agata, siamo a stretto contatto con i curatori e sembra che tutto sia in fase di conclusione. Ovviamente prima di cantare vittoria è doveroso aspettare atti ufficiali che spero arrivino al più presto. Sulla decisione di anticipare il derby con il Catania alle 16,30, non posso certamente dire che la scelta della Lega, seppur su indicazione delle autorità competenti, mi abbia fatto piacere. Di sicuro ci sono delle leggi esistenti che bisogna rispettare, ma non posso non pensare a tutti quei tifosi che avrebbero voluto assistere alla gara e che, invece, per diversi motivi non potranno essere presenti. Pur mettendolo in secondo piano, per una società come la nostra bisogna prendere atto anche del disagio economico per il secondo possibile incasso che verrebbe a mancare, così come è già in occasione della partita con il Messina, dove è stata impedita la trasferta ai tifosi del Messina”.