Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, la filosofia di Zeman, dove qualunque avversario è sempre il favorito..

Reggina, la filosofia di Zeman, dove qualunque avversario è sempre il favorito..

Scaramanzia, convinzione o strategia? Zeman ci mette sempre molta prudenza nel momento in cui arriva a ridosso della gara domenicale, esaltando soprattutto le qualità dell’avversario. Ci ricorda molto il grande Nils Liedholm che, qualunque fosse la squadra da affrontare, veniva rappresentata sempre come la più forte del mondo. Karel conosce bene le potenzialità del suo gruppo ed è molto probabile che quanto dichiari allo stampa, non corrisponda a quanto invece è il messaggio che trasmette alla squadra. E’ immaginabile, per esempio, che ai suoi ragazzi abbia raccontato una storia diversa rispetto a quanto dichiarato riguardo il Messina, come formazione nettamente favorita. A prescindere da scelte tecniche e tattiche, oggi sembra l’aspetto motivazionale quello che incide maggiormente sul gruppo. Ovvio, accompagnato da una condizione fisica migliore rispetto alla prima di Fondi e certamente ancora in crescita per il match di domani con l’Akragas. Scelte e valutazioni sull’undici da mandare in campo, prenderanno in considerazione una serie di fattori. Intanto la garanzia sul piano dell’affidabilità, poi la tenuta fisica, le caratteristiche dell’avversario, la necessità di dosare le forze per il successivo impegno di campionato, appena tre giorni dopo. Possibile, quindi, che rispetto all’undici visto con il Messina vi siano dei piccoli accorgimenti, anche se obiettivamente non sarà facile trovare soluzioni diverse, dopo la prestazione fornita nel derby.