Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, applausi per tutti, società, tecnico, giocatori. E il miracolo di Martino?

Reggina, applausi per tutti, società, tecnico, giocatori. E il miracolo di Martino?

In quella esplosione finale c’era tutto. La gioia per la vittoria nel derby più atteso dell’anno, la soddisfazione di avere conquistato i primi tre punti della stagione e la voglia di scaricare tensione emotiva, rabbia, pressioni accumulate in questo percorso della nuova Reggina nell’ultimo anno. Hanno festeggiato tutti, società, giocatori, tifosi, quasi una necessità quella di sfogare tutto quello che si aveva dentro. Ed è giusto farlo ancora per qualche giorno, le gioie sono talmente poche che quando arrivano bisogna godersele fino in fondo. Poi dovrà subentrare la razionalità, l’equilibrio, l’obbligo di analizzare tutto quello che di buono si è fatto nel contesto dei novanta minuti, ma anche quello che invece è da rivedere. Nessun giudizio definitivo dopo la prestazione con sconfitta di Fondi, nessuna esaltazione nonostante un successo prezioso, importante, necessario. Di sicuro la Reggina vista all’opera contro il Messina ha mostrato moltissimo sul piano dell’intensità, della voglia, dell’attaccamento, interessanti trame di gioco, capacità nel fare sempre la partita, di giocarla ancora anche dopo il vantaggio. Poi ci sono gli errori, in alcune circostanze anche grossolani ed è lì che il tecnico dovrà lavorare maggiormente, su concetti difensivi che hanno bisogno di ulteriori approfondimenti. Ma il percorso tracciato sembra quello giusto, senza illusioni o sbilanciamenti, le idee appaiono abbastanza chiare e con una condizione atletica da migliorare, i presupposti ci sono tutti per arrivare ad avere una buona squadra. Ed è bene ricordare ancora una volta, anche a chi ha contestato nel momento in cui abbiamo giustificato l’amaro esordio con difficoltà oggettive dettate da più situazioni, la straordinaria capacità del DG Martino nel costruire un gruppo di calciatori totalmente nuovo in soli venti giorni, consegnandolo al tecnico che in brevissimo ha cercato le soluzioni migliori per la creazione di un gruppo. Per le undici di oggi il direttore generale ha convocato una conferenza stampa. Per dire cosa? E’ facile immaginare che vorrà fare un bilancio dell’ultimo mese, esattamente dal quattro di agosto fino al derby con il Messina. In mezzo le straordinarie fatiche per la composizione dell’organico, i rapporti nuovamente allacciati con i grandi club, la richiesta di supporto alla gente di Reggio per la buona riuscita del progetto. E forse altro…