Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Botta l’ultima operazione in entrata. Squadra pronta per il campionato?

Reggina, Botta l’ultima operazione in entrata. Squadra pronta per il campionato?

Quando si perde non si è mai contenti ed anche la sconfitta subita in Coppa Italia contro la Paganese, lascia ovviamente un pizzico di amarezza. Ma alla vigilia di questo match, lo avevamo anche scritto, qualunque fosse stato il risultato, sempre parziali sarebbero state le valutazioni. I motivi li abbiamo anche specificati, per un complesso che è partito con un gruppo di calciatori e che dal quattro agosto, giorno del ripescaggio ufficiale in Lega Pro, è stato praticamente trasformato, fino ad essere cambiato quasi totalmente. Incidendo su una preparazione che per alcuni è stata completa, per tanti altri in corso, per gli ultimi arrivati nulla. La condizione atletica è principio fondamentale nel gioco di mister Zeman, concetti e disposizioni tattiche si possono sviluppare solo attraverso costanti allenamenti da realizzare tutti insieme. Una serie di condizioni che sono venute meno per i motivi che abbiamo già specificato e che si spera possano essere colmati a breve, anche se non completamente, ma per l’inizio della stagione. Anche se da Pagani la Reggina si porta anche qualche indicazione interessante. Per esempio De Francesco, centrocampista di grande qualità, capace di diventare subito punto di riferimento per i propri compagni. Porcino ha confermato le sue doti di cursore, è piaciuto anche Bangu nel momento in cui è stato chiamato in causa. A questo gruppo, che ha margini di crescita notevoli, ci sarebbero da aggiungere i vari Oggiano, Kosnic, soprattutto il bomber Coralli ed il centrocampista Botta, la firma è prevista per questa mattina. Tra due giorni un secondo banco di prova in quel di Vibo, contro una squadra leggermente più rodata seppur anch’essa parecchio modificata. E’ possibile ci siano delle novità nell’undici iniziale, sul fronte mercato, invece, intanto l’arrivo di Botta, mentre si cerca una alternativa a Porcino.

Michele Favano