Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, è il momento delle scelte. Intanto l’allenatore, sul ripescaggio…

Reggina, è il momento delle scelte. Intanto l’allenatore, sul ripescaggio…

Calma, ma solo apparente. Sul tavolo della dirigenza amaranto una fitta rete di impegni e scadenze prossime. La politica, rispetto a quanto accaduto fino a qualche mese addietro, è totalmente cambiata. Bocche cucite, testa bassa e obiettivo principale, portare a termine tutti gli obiettivi prefissati. Il primo, quello del cambio di denominazione, ha già preso la sua strada e sarà la FIGC a decretarne o meno l’ufficializzazione. Dovrebbe trattarsi di un atto dovuto, ma riteniamo prudente mettere, seppur in minima percentuale, la possibilità che questo non avvenga. Sul fronte ripescaggio bene fare una precisazione: la data del 30 giugno è quella che sancisce il termine per la presentazione della domanda di iscrizione al campionato di Lega Pro, non riguarda invece i ripescaggi. Perchè la fine del mese ormai prossima ed il silenzio della SSD Reggio Calabria, hanno indotto qualcuno a pensare che ci si avviava verso la rinuncia alla richiesta. Il tempo c’è ed è ancora tanto. Stringe, invece, per ciò che concerne la costruzione della nuova squadra. Ci è stato ripetutamente detto che il compito è affidato in maniera totale al direttore generale Gabriele Martino, il quale, però, tranne qualche sporadica battuta, è ancora più trincerato nel suo silenzio sugli aspetti tecnici, rispetto a quanto lo possa essere in questo momento la società. Un dato va registrato, ormai praticamente tutte le società sanno da quale tecnico ripartire ed hanno iniziato ad abbozzare anche la campagna di rafforzamento. Hanno individuato quegli elementi ritenuti punti fermi e quindi da confermare, si muovono sugli under, categoria quest’ultima che tanto ha fatto discutere soprattutto mister Cozza nella passata stagione. La categoria risulterà fondamentale per la costruzione del nuovo gruppo, allo stesso tempo attendere di sapere come andrà a finire con i ripescaggi, porterebbe ad un ritardo clamoroso. Almeno sul fronte allenatore la scelta andrebbe fatta in tempi brevi… ma questo Gabriele Martino lo sa benissimo.