Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina Calcio e curatela, Praticò: “Prima dobbiamo capire cosa vendono”

Reggina Calcio e curatela, Praticò: “Prima dobbiamo capire cosa vendono”

La Reggina Calcio è in esercizio provvisorio.  In mano ai due curatori fallimentari che proveranno a ottimizzare le risorse che il Tribunale gli ha affidato  per tutelare i creditori fino alla fine.

Novanta giorni in cui i due professionisti proveranno a vendere o comunque a capitalizzare ciò che hanno in mano.

Il piattoforte sarebbe l’affiliazione alla Figc con i titoli della vecchia Reggina, una concessione del S.Agata fino al 2020, il nome, il simbolo e tutto ciò che concerne il diritto all’identità della Reggina Calcio che, almeno in teoria, potrebbe finire in mani diverse da quella che oggi è la prima squadra cittadina: la futura Us Reggina.

I tifosi vorrebbero che a assicurarsi soprattutto il diritto all’identità e ai 102 anni di storia possa essere proprio la società di Mimmo Praticò, per spazzare via ogni dubbio sul fatto che si tratti ancora della vera Reggina.

Ai microfoni di Radio Antenna Febea Praticò è stato chiaro: “Prima di potermi esprimere dobbiamo vederci chiaro su cosa questi professionisti propongono, vendono e ac cosa ci fa andare incontro  Bisogna valutarne opportunità e fattibilità economica. Vedremo”.