Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina Calcio – Presto incontro tra Us Reggina e i curatori fallimentari

Reggina Calcio – Presto incontro tra Us Reggina e i curatori fallimentari

Le notizie sono due. L’Us Reggina, fresca di cambio di denominazione, incontererà la curatela fallimentare della vecchia Reggina Calcio.
L’altra è che non solo la società di Mimmo Praticò si siederà al tavolo dei curatori fallimentari, segno che c’è molto interesse attorno a ciò che l’esercizio provvisorio potrebbe proporre.
Dove sta l’interesse di soggetti esterni? I curatori stanno lavorando per tutelare i creditori e cercano di ottimizzare il valore degli asset societari per racimolare quanto più possibile per restituire almeno una parte dei debiti che la precedente società aveva contratto.
La principale risorsa che hanno in mano è la concessione sul Centro Sportivo S.Agata fino al 2020, ormai in odore dissequestro.
Non sembrano avere alcuna intenzione di scorporare gli asset, in quanto puntano a vendere un pacchetto completo che contenga la struttura di Via delle Industrie, il diritto all’identità della Reggina e i suoi 102 anni di storia, il marchio, il logo ecc.
La parte più interessata non potrebbe che essere la società di Mimmo Praticò, ma altri potrebbero semplicemente aspirare ai campi e, in quel caso, metterebbero nel freezer tutto il resto per utilizzarle magari tra qualche anno, continuando ad averli a disposizione e facendolo pendere come una spada di Damocle sull’Us Reggina, che per molti tifosi sarebbe delegittimata dall’assenza di storia e palmares.
La società e la curatela potrebbero trovare un accordo pluriennale comprendente anche il S.Agata, dato che i curatori non sembrano intenzionati a concedere singole parti, che in alcuni casi avrebbero valore irrisorio sotto il profilo economico.
L’incontro è previsto a stretto giro di posta.