Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / SSD Reggio, due soluzioni nessuna certezza. Martino: “Il Cosenza? Non parlo”

SSD Reggio, due soluzioni nessuna certezza. Martino: “Il Cosenza? Non parlo”

E siamo alla metà di giugno. Da un mese si è concluso il primo campionato di serie D della SSD Reggio Calabria e da quella data non si sono registrate novità sostanziali. Che la società stia lavorando non vi è alcun dubbio, gli obiettivi a breve scadenza da raggiungere sono stati ampiamente dichiarati, saranno le date prefissate a stabilire se verranno raggiunti o meno. Intanto si vive nell’incertezza, quella oggi caratterizza soprattutto i tifosi. Il percorso verso il cambio di denominazione dovrebbe avere quel tipo di soluzione come già prospettato, quasi un atto dovuto si, ma con tutte le riserve del caso, perchè alla fine a decidere è sempre la discrezionalità degli organi competenti. Ma questo, al momento, non è l’elemento più importante per il futuro della società. Il passaggio cruciale diventa la possibilità di inserirsi in quella graduatoria di ripescaggi che potrebbe consentire l’accesso al professionismo. Da Via Petrara, per bocca del dirigente Giuseppe Praticò, abbiamo saputo che il problema economico esiste, ma la necessità e la convenienza di poter partecipare ad un campionato di Lega Pro, andrebbe a superare qualsiasi tipo di difficoltà. La domanda verrà presentata, con la certezza di essere pronti e di rispondere presente ad una eventuale chiamata. Nel frattempo il lavoro più complicato è quello affidato alla direzione tecnica. Non è facile operare senza sapere in maniera chiara quale sarà la categoria alla quale andrai a partecipare per la prossima stagione. Non è facile intavolare trattative con qualsiavoglia calciatore, al quale si dovranno prospettare due soluzioni, ma nessuna certezza. Qualche settimana addietro il direttore generale Gabriele Martino ha dichiarato che lo sviluppo del suo lavoro procederà a prescindere dalla categoria, a partire dalla scelta del nuovo allenatore. Adatto alla Lega Pro, capace di calarsi alla perfezione anche in un campionato come quello di serie D. Anche in questo caso nessuna novità di rilievo. Intanto lo stesso Martino, interpellato sulla possibile chiamata del Cosenza nel ruolo di direttore sportivo, ha preferito non rilasciare alcuna dichiarazione.