Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, adesso iniziano le battaglie. Risultati sportivi unica nota stonata
I tifosi amaranto presenti al "Quinto Ricci di Aprilia"

Reggina, adesso iniziano le battaglie. Risultati sportivi unica nota stonata

Il 7 giugno è arrivato, superato ed ha definito, finalmente, attraverso la riunione del consiglio federale, criteri, cifre e parametri di ripescaggio tra i professionisti. La notiza è stata accolta con moderata soddisfazione, almeno apparentemente, probabile invece che all’interno della dirigenza amaranto, tutto quello che ne è venuto fuori dalla riunione romana, abbia ulteriormente convinto la società a tentare il tutto per tutto per il salto di categoria. Perchè in effetti parecchi dei criteri stabiliti darebbero più di una possibilità e comunque sarà l’esperto avvocato Mattia Grassani a curarne ogni dettaglio. E’ chiaro che in questa fase non possono essere trascurati alcuni particolari che oggi rappresentano ostacoli oggettivi. Per esempio i risultati sportivi, per i quali c’è nulla da fare e che mettono la SSD Reggio Calabria dietro diverse formazioni. Una considerazione fatta anche dal presidente Praticò questa mattina su Gazzetta del Sud: “Accogliamo con speranza quanto stabilito dal Consiglio Federale e la città, in questa fase, dovrà darci una mano. Vogliamo che la gente ci sostenga, si preannuncia un’estate calda. Rispetto ad altre squadre, per quello che riguarda i risultati sportivi, siamo purtroppo indietro come punteggio e forse questa è l’unica nota stonata”. Ripescaggio e nuova denominazione, sono questi gli obiettivi da raggiungere, le sfide da affrontare ed il percorso per arrivare a vincerle non è dei più semplici. Per tale motivo a più riprese il massimo dirigente continua a chiamare a raccolta la città. L’unione, la compattezza, la voglia di arrivare tutti insieme all’obiettivo, potrebbero risultare ulteriori elementi caratterizzanti. Invitiamo la SSD Reggio Calabria, attraverso una conferenza stampa, a comunicare alla città obiettivi immediati e futuri, societari e tecnici. Se si vuole l’aiuto di tutti, è bene iniziare coinvolgendoli.