Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina sulla riva del fiume: verso oltre 10 posti vacanti in Lega Pro, si punta al ripescaggio

Reggina sulla riva del fiume: verso oltre 10 posti vacanti in Lega Pro, si punta al ripescaggio

Sei posti sicuri e potrebbero diventare molti di più grazie alle tantissime squadre in serissime difficoltà economiche.  Le posizioni vacanti nel prossimo organico di Lega Pro potrebbero andare ben oltre la decina.

La Ssd Reggio Calabria (il ripristino del nome Reggina è ormai questione di settimane) osserva attentamente.

Sa di essere dietro le nove retrocesse e le nove vincenti dei play off.

Tassa o non tassa?   Secondo quanto rivelato da Marco Iaria, giornalista della Gazzetta dello Sport e esperto di economica calcistica, il Consiglio Federale potrebbe scegliere di introdurre come paletto per essere ripescati in Lega Pro la cifra di trecentomila euro da versare a fondo perduto.

Una sorta di via di mezzo tra l’accesso gratuito e la cifra mostruosa di cinquecentomila euro richiesta nelle passate stagioni.

A contribuire a far scalare posizioni alla società amaranto potrebbero, inoltre, concorrere altri aspetti.

Potrebbero restare fuori squadre già che hanno usufruito del ripescaggio, altre che non hanno i requisiti strutturali (leggasi stadio) o altre che non rispettino altri criteri che il Consiglio Federale sceglierà

“Andare in Lega Pro – rivela Marco Iaria ai microfoni di Radio Antenna Febea –  – aprirebbe nuovi orizzonti. Questa società ha speso oltre un milione di euro nella passata stagione e dopo la recessione economica che si è avuta, anche e soprattutto al Sud, non è poco”

La Reggina, dunque, potrebbe avere il problema di farsi trovare pronta economicamente, ben sapendo che l’investimento potrebbe avere ragione d’esistere anche a lungo termine.