Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, giorni decisivi tra ripescaggio e cambio di denominazione

Reggina, giorni decisivi tra ripescaggio e cambio di denominazione

Si attende. E’ fissata per domani la riunione del Consiglio Federale. Tra gli altri punti, si discuterà di ripescaggi nel professionismo ed è su questo aspetto che la SSD Reggio Calabria concentra le proprie attenzioni. Capire parametri e criteri per poi procedere verso quell’obiettivo che la società insegue sin dal suo insediamento. Tornare nel calcio professionistico qualora si ponessero le giuste condizioni. C’è da dire che, anche se non in maniera ufficiale, da sempre tra i dirigenti ha serpeggiato un certo ottimismo in questo senso, dovranno essere adesso le decisioni del consiglio federale a supportarlo. Di sicuro ci si è affidati al personaggio migliore per portare avanti questo tipo di percorso, lo stesso avvocato Mattia Grassani, la scorsa settimana, attraverso una intervista rilasciata a Gazzetta del Sud, non si è sbilanciato, ma ha fatto intendere che dopo un quadro della situazione più completo, si potrà capire se ne esisteranno i presupposti per procedere. L’unico errore da non commettere, ma questo la dirigenza lo sa benissimo, è quello di perseguire un obiettivo, senza farsi trovare pronti a soluzioni che potrebbero essere diverse. Per esempio la possibilità di rimanere anche per la prossima stagione in serie D, perché i ritardi, ovviamente non voluti, sono stati un’arma micidiale che hanno caratterizzato il brutto avvio della passata stagione. In questo senso confortanti sono state le dichiarazioni del direttore generale Gabriele Martino che ha parlato di un lavoro che si sta sviluppando su più fronti e che, a prescindere dalla categoria, procederà con le stesse ambizioni e gli stessi presupposti. L’ora X è vicinissima, da domani sera vedremo quale strada ci sarà la possibilità di percorrere. Inutile ribadire che anche uno spiraglio utile a formulare richiesta di ripescaggio verrà preso in seria considerazione. La Lega Pro è tutt’altra cosa rispetto al dilettantismo, la società vuole portare Reggio Calabria nuovamente nel calcio che conta, era il primo obiettivo, quello dichiarato lo scorso agosto nel momento in cui questa avventura ha avuto il suo inizio. A giorni la successiva scadenza, quella riguardo la richiesta del cambio di denominazione.