Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio – Parma, Barillà ma non solo. Il 40% della società può andare ai tifosi

Calcio – Parma, Barillà ma non solo. Il 40% della società può andare ai tifosi

Se in società c’è un imprenditore di livello internazionale come Barillà è inevitabile accostare il Parma al potere d’investimento del più in vista tra i suoi azionisti.

Ma dopo aver scoperto che i ducali, per vincere il campionato di D, non hanno avuto un bugdet così faraonico (leggi qui l’intervista a Scala), vengono a galla retroscena persino spartizioni sulle quote societarie.

Sono sette i soci di maggioranza (Guido Barilla, Giampaolo Dallara, Mauro Del Rio, Angelo Gandolfi, Marco Ferrari, Giacomo Malmes,Paolo Pizzarotti).

Ma il 27% del capitale sociale è in mano ai tifosi. 436 persone hanno versato circa 250.000 euro per un dispendio pro capite di circa 550 euro.

Un progetto che presto potrebbe coinvolgere altri piccoli investitori e che ci si augura possa portare la quota ad avvicinarsi al 40%.

E sarebe una mano importante dato che, in vista del prossimo aumento di capitale, per non veder scendere la quota “popolare” occorrerà aumentare l’introito proveniente dai tifosi.

Vedi anche:

Reggina, Praticò: “Pochi soldi, ma idee e professionalità. Pensiamo ad azionariato e 5×1000″ 

Il “5 per mille”: ecco come la Reggina può diventare dei tifosi