Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Cozza: “Tifosi nostro orgoglio. Ora siamo una squadra, a Cava alla pari”

Reggina, Cozza: “Tifosi nostro orgoglio. Ora siamo una squadra, a Cava alla pari”

Era difficile, per la Reggina, credere ad un quarto posto finale dopo la partenza da dimenticare che aveva fatto infrangere da subito i sogni amaranto. Francesco Cozza il condottiero di un gruppo che ha talvolta sbandato nel corso della stagione: considerate le attenuanti e i problemi oggettivi incontrati nei primi due mesi del campionato, il lavoro del tecnico di Cariati può considerarsi senza dubbio positivo.

“Mi sono divertito sulla Caronte, quando vedo i nostri tifosi contenti provo enorme d’orgoglio. Eravamo partiti per disputare un campionato dignitoso, strada facendo abbiamo capito che potevamo centrare i play-off e ci siamo riusciti. Centrato l’obiettivo, adesso vogliamo giocarceli alla pari con la Cavese”, il pensiero di Cozza ai microfoni di Antenna Febea.

Domenica, la Reggina sarà di scena sul campo della Frattese per una gara play-off che potrebbe mettere in palio molto più dell’onore. Cozza è sicuro, la squadra si mostrerà pronta al cospetto di un avversario ostico: “Adesso si azzera tutto. Ce la giocheremo alla pari contro la Cavese, in una gara secca può succedere di tutto. Ora siamo una squadra, stiamo bene mentalmente e fisicamente”.

Terminata la stagione regolare, il tecnico amaranto in attesa dei play-off traccia un primo bilancio, ricordando le difficoltà iniziali: “Non potevo allenare per bene, per due mesi ci siamo allenati a bordo campo, sono evidenti i problemi che io e la squadra abbiamo vissuto. Non conoscevo la categoria? Non credo sia questo il problema, per vincere il campionato serve una squadra forte ed esperta, il resto sono chiacchiere”. Il tecnico amaranto, in chiusura, ha fatto un plauso al settore giovanile dicendosi soddisfatto per i risultati ottenuti dalle formazioni amaranto nei vari campionati giovanili.