Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / La Reggina in trasferta ora viaggia, ma chi si ferma è perduto. Soprattutto adesso

La Reggina in trasferta ora viaggia, ma chi si ferma è perduto. Soprattutto adesso

Le statistiche nel calcio dicono molto, non troppo.  E spesso autorizzano i calciatori a fare gesti scaramantici, soprattutto se riguardano un trend positivo.
E’ quello della Reggina in trasferta, che dopo aver faticato tantissimo in trasferta nel girone d’andata ha vissuto un ritorno di fatiche tra le mura amiche e di buoni risultati in trasferta.
Poco male considerato che molto del destino degli amaranto sarà deciso in trasferta, a partire dalla gara contro il Due Torri, si spera ultima della sola stagione regolare e in vista di un’eventuale semifinale play off da giocare in Campania (Fratta o Cava) in gara unica.
Gli amaranto, lontano dal Granillo sono in serie positiva da sei partite.  L’ultima sconfitta risale a a quella con la Leonfortese, 24 gennaio.
Poi sei uscite esterne: quattro pareggi e due vittorie. 10 punti in sei partite, una media di tutto rispetto per le gare esterne.
E l’imperativo, ovviamente, è non fermarsi in casa del Due Torri, anche perchè che sarebbe letale lo dicono i numeri.