Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Ripescaggi in Lega Pro, la Cavese vuole farsi trovare pronta

Ripescaggi in Lega Pro, la Cavese vuole farsi trovare pronta

Sono sei i posti vacanti che la Lega Pro dovrà riempire per partire nella prossima stagione.   In prima chiamata si va verso un 4+2= ossia si andrà prima al ripescaggio di quattro squadre retrocesse dalla Lega Pro alla Serie D e due tra dall’organico della Lnd, e verosimilmente saranno privilegiate le squadre che hanno vinto la Coppa Italia di D o i play off di ciascun girone.

Ma il criterio sportivo è destinato ad essere quasi di contorno: a fare la differenza saranno la solidità economica, la situazione finanziaria e altri aspetti che potrebbero essere anche quelli relativi al bacino d’utenza, che viene ritenuta un’ulteriore garanzia.

Saranno privilegiate le squadre prive di debiti o pendenze.

Ci sono i play off da giocare.  E chi c’è già come la Cavese  è pronta ad avere le credenziali giuste.

L’obiettivo è vincere gli spareggi.   Dalla città metelliana sembra filtrare la massima disponibilità della proprietà a presentare la fideiussione minima da 350.000 euro per l’iscrizione alla Lega Pro (fissata ieri e da aumentare nel caso di alto monte ingaggi) e a pagare quella che potrebbe essere una tassa per ottenere la “wild card” per la terza serie nazionale.

Reggina e Vibonese, per ora, aspettano di confrontarsi con il loro risultato sportivo e poi faranno le loro valutazioni.