Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio – Reggina, inizia a fare rumore il silenzio di Gabriele Martino

Calcio – Reggina, inizia a fare rumore il silenzio di Gabriele Martino

di Michele Favano – Il Direttore Generale Gabriele Martino ha deciso di non parlare. Almeno fino a quando il campionato non vedrà la sua conclusione. Decisione assunta da qualche mese, non vi sono tracce, infatti, di suoi interventi attraverso i mezzi di informazione. Assente anche durante le gare della squadra, lo abbiamo visto in compagnia di Daniele Bernazzani lo scorso giovedi al Granillo, in occasione dell’amichevole tra la squadra amaranto e la Rappresentativa Juniores di serie D. Gabriele Martino che tanto, invece, aveva parlato all’inizio di una stagione che sta per concludersi ed anche durante, soprattutto nei momenti di maggiore difficoltà. E’ stato lui per primo a sollecitare la squadra ponendo come obiettivo quello dei play off, non appena si è capito che lottare per il vertice sarebbe stata una impresa impossibile. Ma come detto, da qualche mese, il silenzio assoluto. C’è chi sostiene che da tempo abbia avviato un lavoro di programmazione per la prossima stagione, qualunque possa essere la categoria. Perchè la Reggina non è una società come le altre, l’idea rimane quella del consolidamento di una società che deve avere come impostazione e struttura la logica del professionismo. Il percorso di costruzione ha preso il via la scorsa estate, dove però, tutto è stato fatto in grande fretta e parecchie delle scelte dettate anche dalla necessità di accelerare i tempi. Oggi non è più così. E forse non dice completamente la verità il presidente Praticò quando afferma che di futuro si parlerà a fine campionato. Perchè in realtà, ma riteniamo sia anche logico, quello che sarà, si sta decidendo sin da adesso. L’altra ipotesi, riguardo il silenzio di Martino, potrebbe essere individuata in un momento di riflessione ed osservazione del Direttore Generale. Tradotto, valutare dall’esterno e con più attenzione quanto successo in questi nove mesi, fare una accurata analisi, una serie di valutazioni, confrontarsi con la società e quindi capire quanti siano i punti di incontro e quelli divergenti, per poi decidere il futuro della Reggina, ma probabilmente anche il suo. Oggi siamo nel campo delle ipotesi, tra qualche settimana, quando il direttore tornerà a parlare, ne sapremo di più.