Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Lavrendi: capitan presente e futuro.  La Reggina ha il suo nuovo leader.

Lavrendi: capitan presente e futuro.  La Reggina ha il suo nuovo leader.

Il suo avvio di campionato non è stato esaltante. Di quel giocatore descritto come di altra categoria rispetto alla Serie D nei primi mesi non c’è stata traccia.  Giovanni Lavrendi con la fascia di capitano al braccio faticava a trovare se stesso, probabilmente anche per una preparazione non ottimale, visto il ritardo con cui è partita la squadra.
E’ finito anche in discussione e nel gioco degli under-over è persino andato in panchina.  Un’onta non da poco per chi viene considerato un calciatore che deve fare la differenza.
Le giornate passavano e la sua crescita risultava graduale.   Lenta, ma costante ed oggi si può dire che la squadra non possa fare a meno di lui.
La prestazione di Vibo è l’ennesima dimostrazione che Lavrendi può essere considerato il leader tecnico della formazione di Cozza.   Prezioso in fase di copertura, abile nel recupere palloni, buon portatore di palloni , dotato di buone idee di gioco e capace di saltare l’uomo.  Un centrocampista universale che corre tantissimo e a cui non si può rinunciare.
Lavrendi può essere la pietra da cui ripartire la prossima stagione, un giocatore che, nonostante vada per i trenta, può diventare il simbolo della rinascita del calcio reggino e lui stesso, attraverso la maglia amaranto, può riprendersi ciò che la carriera non gli ha ancora dato.