Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Maesano risponde ad Allegretti. Vibonese e Reggina proseguono la marcia playoff

Maesano risponde ad Allegretti. Vibonese e Reggina proseguono la marcia playoff

di Pasquale De Marte – Un tempo per parte e un punto ciascuno. Vibonese e Reggina, nel recupero della ventinovesima giornata, aggiungono una lunghezza alla loro classifica, al termine di un match che ha messo in mostra vizi e virtù di entrambe le formazioni.

Da un lato una squadra, quella di Di Maria, che pecca in cinismo al momento di chiudere la gara nella prima frazione, dall’altra, quella di Cozza, che reagisce solo nella ripresa, dopo aver subito troppo nella prima frazione.

Poco male per due squadre che consolidano il quarto ed il quinto posto, gli ultimi che valgono l’accesso ai play off.

L’avversario si chiama Aversa Normanna: +6 per i rossoblu, +4 per gli amaranto (che hanno una gara in meno da giocare)

L’avvio di partita sembra essere lo specchio fedele  di ciò che le due formazioni hanno dimostrato nel corso del campionato,  Già perchè, a fronte di un sostanziale equilibrio sul piano del gioco e del fraseggio, i padroni di casa sembrano avere maggiori capacità di saltare l’uomo e di presentarsi pericolosamente davanti alla porta avversaria.

E gran parte del merito risiede nelle capacità di calciatori come Diego Allegretti.  L’attaccante principe della formazione rossoblu dopo pochi minuti si presenta solo davanti a Licastro e spreca un’ottima occasione calciando tra le braccia dell’estremo difensore.

Ma al bomber di Di Maria basta un’altra occasione per mettere a segno il diciassettesimo centro della sua stagione: bellissima la sua conclusione al volo dal limite di controbalzo con la palla che si insacca a fil di palo al 15′.

La Vibonese sembra averne di più, la Reggina cerca di dare respiro al gioco e raramente ci riesce.   Quando ce la fa però riesce anche ad essere pericolosa come quando una discesa di Carrozza vale un pericoloso cross basso che porta De Marco al tiro da pochi passi. La conclusione non è irresistibile, ma Parisi si fa trovare pronto.

Anche sotto il profilo della manovra e dell’organizzazione del gioco nel primo tempo la Reggina non sembra capirci troppo.   Le posizioni di Da Dalt e Scapellato sugli esterni cambiano spesso e volentieri.  4-4-2, 4-3-3, 4-2-4: lo schieramento di Di Maria è più duttile che mai e agli ospiti mancano tutti i punti di riferimento.

Che qualcosa, nella prima frazione, non sia andata lo si capisce anche dalle scelte di Cozza in avvio di ripresa: fuori Oggiano e De Marco, dentro Zampaglione e Bramucci.

La Reggina va in campo con un altro piglio e attorno al quarto d’ora sempre capitan Lavrendi ci prova su punizione, ma Parisi non si fa sorprendere deviando la palla in tuffo.

Il secondo tempo assomiglia a quello di Palmi. La squadra di Cozza tiene palla, ma fatica a concludere verso la porta avversaria.

Al 29′ però arriva il pareggio: angolo di Lavrendi, testa di De Bode e palo interno.  La palla danza sulla linea di porta, Parisi va in presa ma la palla resta in gioco  e Maesano va in rete.

Vibranti le proteste dei padroni di casa per un fallo sul portiere.  Passano pochi minuti e l’arbitro  Vigile espelle Corso sventolandogli il secondo giallo.

Cozza sceglie giustamente di difendersi e inserisce Cucinotti per Tiboni. La naturale conseguenza è l’arretramento della squadra che rischia solo quando Bramucci è costretto ad un salvataggio sulla linea.

Finisce 1-1.

VIBONESE- REGGINA 1-1, IL TABELLINO

VIBONESE: Parisi, Castaldo, Patti, Crucitti (10′ st Cuomo), Manzo, Scoppetta, Da Dalt (32′ Paviglianiti),Cosenza, Saraniti, Allegretti, Scapellato (23′ st Lavilla). A disposizione: Petrachi, Paviglianiti, Cuomo, Puntoriere, Garat, Bertini,Ferrario, Duguet. All. Di Maria

REGGINA: Licastro, Maesano, Carrozza, Roselli, Corso, De Bode, De Marco (1′ st Bramucci), Forgione, Tiboni (31′ st Cucinotti), Lavrendi, Oggiano (1’st  Zampaglione). A disposizione: Comandè, Brunetti, D’Ambrosio,  Foderaro, Cane, CastaldiAll. Cozza

Arbitro: Vigile di Cosenza

Marcatori: 15′ Allegretti, 29′ st Maesano

Ammoniti: Corso, Roselli e Saraniti

Espulsi: Corso dal 28′ st

Recupero: 2′ , 4′