Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, contro il Gragnano per rimanere al quarto posto. Due dubbi per Cozza

Reggina, contro il Gragnano per rimanere al quarto posto. Due dubbi per Cozza

Esame di personalità. Le buone prestazioni contro le prime della classe Frattese e Siracusa hanno dato nuove certezze alla Reggina, intenzionata a difendere con le unghie e con i denti la quarta posizione minacciata da diverse contendenti. Dopo aver dimostrato di poter giocare alla pari con chi comanda la classifica, gli amaranto dovranno mostrare la stessa personalità domani, sul neutro di Mugnano contro un Gragnano intenzionato a rientrare nella corsa play-off.

 

Privo di De Bode, punto fermo della difesa nel corso della stagione, Cozza dovrà scegliere la coppia centrale che proteggerà il para-rigori Licastro. Favoriti Corso e Cucinotti con Brunetti destinato alla panchina, sulle corsie esterne spazio per Maesano e Carrozza, rientrato dopo il turno di squalifica. A centrocampo si va verso la conferma del trio composto da Lavrendi, Roselli e Forgione, in attacco torna l’abbondanza. Finalmente recuperato Bramucci dopo l’infortunio, Cozza però difficilmente lo schiererà sin dal primo minuto, preferendogli De Marco come ‘under’ del reparto offensivo. Zampaglione prova ad insidiare Tiboni e Oggiano ma salvo sorprese il tecnico amaranto inizialmente manderà in panchina l’ex Hinterreggio.

 

PROBABILE FORMAZIONE REGGINA (4-3-3) – Licastro; Maesano, Corso, Cucinotti, Carroza; Lavrendi, Roselli, Forgione; Oggiano, Tiboni, De Marco. All. Cozza