Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / La Reggina tiene testa alla Frattese e super Licastro salva il risultato (0-0)

La Reggina tiene testa alla Frattese e super Licastro salva il risultato (0-0)

di Pasquale De Marte – La missione era quella di provare a battere una delle prime tre e quello contro la Frattese era l’ultimo tentativo a disposizione.

La Reggina non riesce a centrare la vittoria, ma, seppur portando a casa un punto che fa poca classifica, dà ancora una volta la dimostrazione di potersi misurare senza sfigurare dinnanzi a chi, classifica alla mano, dovrebbe essere superiore.

Finisce zero a zero e va anche bene agli amaranto, che devono dire grazie al loro portiere Licastro e rammaricarsi per averlo lasciato troppo in panchina, alla luce della dote di punti che le sue parate stanno portando.

Il turno infrasettimanale del Granillo è una sfida equilibrata, dove gli ospiti danno l’idea di avere qualcosa in più soprattutto nei singoli. Nella formazione di Liquidato è assai facile reperire elementi veloci in grado di saltare l’uomo e creare superiorità numerica, caratteristiche che fanno la differenza in Serie D.

La Reggina, dal canto suo, e in ottica play off, ancora tutti da conquistare e obiettivo raggiungibile solo cambiando marcia nei risultati,  può pensare di poter dire la sua.

LA PARTITA – Al Granillo arriva la Frattese, schiacciasassi in casa e un po’ più balbettante in trasferta, ma comunque una delle tre dominatrici del torneo.

Bastano pochi minuti per capire che gran parte della forza della squadra risiede negli uomini offensivi. Longo, Marotta e Celiento rappresentano un tridente di spessore, che ha un passo e un livello tecnico che poco ha a che spartire con la media del campionato di Serie D.

E’ proprio Longo a sfiorare il vantaggio con un incursione in area amaranto nella prima fase di un match, che risulta però equilibrato e dove  i padroni di casa riescono a giocare allo stesso livello di una squadra che, sul campo ha conquistato quasi venti di più.

Le occasioni migliori, almeno nel primo tempo, sono comunque per gli amaranto che fraseggiano bene, sfruttano gli spazi e si appoggiano sulla grande capacità di pivot di Tiboni che si vede poco in zona gol, ma è assai prezioso nell’economia dello smistamento dei palloni.

Oggiano mette i brividi a Rinaldi con un sinistro al volo, ma è per De Marco la palla migliore che, dopo una bella triangolazione, arriva davanti alla porta e, seppur da posizione defilata, apre  troppo il destro.

In avvio di ripresa l’occasione buona è per Maesano che ci prova dal limite del’area piccola ma il portiere respinge.

La sfidam si anima  nel finale.  A pochi minuti dal novantesimo il direttore di gara Zuferli di Udine fischia un rigore molto dubbio per un fallo su Celiento: se l’intervento non è regolare sarebbe da rosso, ma il direttore di gara si ferma al giallo per De Bode, a coronamento di una direzione poco convincente.

Sono vibranti le proteste dei padroni di casa, dagli spalti volano parole grosse e la situazione risulta incandescente .  La terna arbitrale  prova a calmare gli animi  e dopo tre minuti torna il sereno. Dal dischetto va Celiento che viene ipnotizzato da Licastro.

Esplode il Granillo, ma la Frattese va a caccia dei tre punti.   Ci prova prima Marotta con un gran destro che sfiora il palo, poi serve ancora un super Licastro  a deviare sulla traversa una splendida conclusione di Celiento.

Il doppio giallo a Vacca pone gli ospiti in condizione di inferiorità numerica e la partita, di fatto, finisce, lì perchè nei minuti finali gli amaranto non trovano la forza per andare a vincere la sfida.

REGGINA-FRATTESE 0-0, IL TABELLINO

REGGINA: Licastro, Maesano, Castaldi, Roselli, De Bode, Corso, De Marco (24′ st D’Ambrosio), Forgione (24′ st Zampaglione), Tiboni, Oggiano (47′ st Pelosi), Lavrendi. A disposizione: Ventrella, Cucinotti, Villa, Brunetti, Foderaro, Zampaglione, Cane. All.Cozza.

FRATTESE: Rinaldi, Capaldo, Della Monica, Vacca, Barbato, Varchetta, Ammaturo, Liccardo, Longo (93′ Maggio), Marotta, Celiento (28′ st Tommasini). A disposizione:Esposito, Di Nardo, Calamaio, Acampora, Angelillo, Selva, Sorriso. All. Liquidato

Arbitro: Zuferli di Udine

Ammoniit: Tiboni, Capaldo. Vacca, Longo, Barbato, Corso, De Bode.

Espulso: Vacca

Recupero: 0 e 5′

Vedi anche:

Licastro: “Non mi sento un eroe. A Celiento ho detto ´Te lo paro´”

Cozza: “Meglio nella ripresa, giocato con personalitá contro la capolista”

Castaldi: “Pubblico fantastico. Oggi episodi sfavorevoli”

Serie D, girone I – Risultati e classifica: Traffico in zona play-off