Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Sant’Agata bloccato e nessuna ripicca: un dirigente della nuova Reggina offre aiuto a Foti

Sant’Agata bloccato e nessuna ripicca: un dirigente della nuova Reggina offre aiuto a Foti

Il sequestro del centro sportivo S.Agata mette la Reggina Calcio di Lillo Foti, attiva solo a livello giovanile, in difficoltà riguardo all’impiantistica.

Sempre disponibili i campi, ma senza spogliatoi, magazzini, foresteria tutto diventa più difficile.

Una situazione che, per molti versi, ricalca quella dell’Asd Reggio Calabria che, per mesi, ha dovuto allenenarsi al Granillo (con tutti i problemi per il terreno di gioco), mentre tutte le formazioni giovanili convivono con il problema di trovare dei campi, spesso risolto in maniera momentanea con sistemazioni di fortuna.

E sono divampate le polemiche per la risposta negativa data da Foti rispetto alla possibilità di utilizzare, a pagamento, uno o due campi del centro sportivo di Via delle Industrie.

Come anticipato in mattinata (leggi qui) sono diverse le società ad aver teso la mano alla Reggina Calcio. Tra questi c’è anche Fortunato Martino, socio della società amaranto e  referente degli impianti di Longhi Bovetto dove ha sede anche la sua scuola calcio e e dove la stessa Asd sta svolgendo parte della sua attività.

Fortunato Martino, dirigente della nuova Reggina
Fortunato Martino, dirigente della nuova Reggina

Segno che, evidentemente, in seno all’Asd non è maturato alcun desiderio di ripicca nonostante le polemiche per la mancata concessione del S.Agata a titolo oneroso.

Prove di disgelo per il futuro?