Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, contro il Siracusa tra vendetta e orgoglio. La probabile formazione

Reggina, contro il Siracusa tra vendetta e orgoglio. La probabile formazione

Sul campo del Siracusa, nella gara di andata, la Reggina tra regali e disattenzioni perdeva una chance importante per avvicinarsi alle prime della classe, corsa definitivamente arrestatasi qualche settimana fa. Le squadre sul podio del girone I sono oramai irraggiungibili, amaranto  aggrappati con tutte le forse alla quarta piazza, posizione che garantirebbe i play-off. L’Aversa Normanna, diretta inseguitrice della Reggina a due lunghezze, domani ospiterà la Cavese capolista, concreta dunque la possibilità di mancare l’appuntamento con i tre punti. Battere il Siracusa significherebbe dunque ‘vendicare’ l’ingiusta sconfitta subita in Sicilia e magari allungare sulle concorrenti, non semplice infatti nemmeno la trasferta ad Agropoli per la Vibonese attualmente sesta.

Cozza, ancora privo di Bramucci, ritrova Zampaglione e sembra avere un dubbio per reparto nell’ormai consolidato 4-3-3. Davanti a Licastro, Corso favorito su Brunetti, con Maesano, De Bode e Carrozza a completare il reparto arretrato. Ballottaggio tra Lavrendi e Forgione a centrocampo, Roselli e D’Ambrosio completano la linea mediana. Completamente ‘over’ il tridente? Sembra questa l’idea di Cozza, con quattro giocatori per tre maglie. Zampaglione insidia Tiboni, anche se non in perfette condizioni difficilmente il tecnico amaranto rinuncerà alla verve di Oggiano dal primo minuto.

PROBABILE FORMAZIONE REGGINA (4-3-3): Licastro; Maesano, De Bode, Corso (Brunetti), Carrozza; D’Ambrosio, Roselli, Lavrendi (Forgione); Foderaro, Tiboni (Zampaglione), Oggiano. All. Cozza