Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina-Siracusa: Baiocco, Cozza, Sottil: che rimpatriata! Nostaglia (amaranto) canaglia

Reggina-Siracusa: Baiocco, Cozza, Sottil: che rimpatriata! Nostaglia (amaranto) canaglia

La cornice di pubblico, tifosi ospiti compresi (leggi qui), sottilineerà che la sfida tra la Reggina ed il Siracusa ha poco a che vedere con la categoria.

La città di Reggio, nella sua maggiore espressione calcistica, sta scoprendo la massima serie dilettantistica nazionale solo quest’anno dopo aver conosciuto ed a lungo a quella massima assoluta.

E tra i protagonisti, per ironia della sorte, ci sono stati anche tre  che domenica saranno al Granillo e si ritroveranno.

I due allenatori: Francesco Cozza che, sullo Stretto, non ha certo bisogno di presentazioni, Andrea Sottil e Davide Baiocco.

Tutti e tre hanno indossato la maglia amaranto in Serie A e sono stati compagni di squadra, sotto la guida di Franco Colomba e Giancarlo Camolese poi.

Una stagione che doveva essere quella del salto di qualità e che, invece, fu quasi deludente, sebbene la salvezza arrivò con una giornata di anticipo.

REGGINA CALCIO 2003/04Era il 2003-2004.

Sottil era arrivato dall’Udinese con il pedigree di grande caratura.  Baiocco, invece, dopo le grandi stagioni al Perugia proveniva in prestito al Perugia, ma ben presto un outsider chiamato Giacomo Tedesco gli rubò il posto. Adesso gioca ancora, a 41 anni.

Quell’anno arrivarono grandi successi come quello al Tardini di Parma  o quello sulla Lazio, il 6 gennaio del 2004.

L’ironia del destino? A portarli in amaranto, in tutti i casi, è stato Gabriele Martino.

Anche lui ci sarà domenica.