Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Verso Marsala-Reggina, l’ex Pergolizzi: “Reggio, dimentica il passato per costruire il futuro”

Verso Marsala-Reggina, l’ex Pergolizzi: “Reggio, dimentica il passato per costruire il futuro”

La Reggina, dopo la vittoria sul Rende, va a far visita del Marsala, la squadra che probabilmente ha fatto vedere il migliro calcio  al Granillo seppur adesso si trovi coinvolta nelle zone basse e impoverita dal mercato di gennaio che ha visto volare Gallon verso Siracusa e Forgione verso Reggio Calabria.

“Sono state fatte delle scelte. Non stiamo parlando – ha detto Rosario Pergolizzi, tecnico dei siciliani, ai microfoni di Talk Sport, in onda su Radio Antenna Febea –  di una squadra con le risorse economiche di Cavese, Siracusa e Reggina. Eravamo partiti con degli uomini, ora ne abbiamo degli altri per questo motivo..  Sappiamo che se diamo il massimo possiamo mettere in difficoltà chiunque. Contro gli amaranto abbiamo l’obiettivo di fare punti”.

Rosario Pergolizzi è anche un ex amaranto, in molti lo ricordano per avere giocato sullo Stretto sul finire degli anni ’80

“Solo vedere lo Stadio Granillo porta gli avversari a giocare con un altro piglio. Reggio è sempre Reggio, la Reggina è sempre la Reggina. I giocatori devono cercare di dare il massimo per una maglia importante come questa”.

E sulle polemiche relative all’identità dell’Asd Reggio Calabria, ancora in attesa del cambio di denominazione: “Questa non è la vera Reggina? E’ l’errore più grande che si possa fare. Anche qua a Marsala si ricordano la Serie C1, sono stato sempre abituato a vivere alla giornata e a cercare di rispettare il passato pensando al presente. E’ difficile avere tutto e subito, ci può essere un margine di errore”.

E sul campionato: “E’ un torneo particolare. Tutti sono aggrappati a qualcosa. C’è chi può vincere il campionato, chi può arrivare ai play off e chi lotta per salvarsi direttamente. Nessuno è tranquillo e può pensare alla prossima stagione. Può accadere ancora di tutto”