Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, il Rende segna, gli amaranto soffrono e Martino lascia lo stadio

Reggina, il Rende segna, gli amaranto soffrono e Martino lascia lo stadio

di Michele Favano – Tre punti. L’obiettivo era conquistarli per interrompere una striscia negativa di risultati e confermare la quarta posizione in classifica. La Reggina ha portato a termine la sua missione, ma quanta fatica, enorme fatica. Nonostante un inizio totalmente in discesa, con il doppio vantaggio dopo appena quindici minuti e la superiorità numerica. Almeno mezz’ora di calcio interessante, buona circolazione di palla, la giusta aggressività. Contro un avversario che, nella primissima parte, ha accusato in maniera seria il colpo ed ha sbandato parecchio. Cosa sia successo nei secondi quarantacinque minuti, è davvero inspiegabile. Il Rende prende coraggio e campo, la Reggina si abbassa paurosamente, l’uomo in più neppure si nota, i biancorossi accorciano dopo appena dieci minuti. E da quel momento un disastro. Errori a ripetizione, fatica enorme a far camminare la palla, sbavature in fase di appoggio, incapacità a sfondare una retroguardia apparsa l’anello debole della squadra guidata da mister Trocini. Paura di vincere, dirà mister Cozza al termine della gara, può essere, ma la motivazione preoccupa più dell’atteggiamento assunto da Lavrendi e compagni. Se non si riesce a trovare forza ed equilibrio neppure con un doppio vantaggio e la superiorità numerica, c’è da stare poco tranquilli. Ma succede dell’altro che in pochi hanno notato. Non in campo, ma sugli spalti. Qualche minuto dopo la rete del Rende, il direttore generale Gabriele Martino lascia lo stadio, il suo volto è tutto un programma. La curiosità ci porta ad approfondire il suo gesto, proviamo a contattarlo qualche ora dopo la fine dell’incontro. Il tono di voce è quello di persona amareggiata, non riusciamo ad avere chiarimenti in merito, ermetico preferisce non fornire alcuna spiegazione, ma traspare disappunto e rabbia. Solo delusione per il comportamento della squadra?