Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Praticò: “Non mi piace il clima che si è creato. Su Abodi e il nome…”

Reggina, Praticò: “Non mi piace il clima che si è creato. Su Abodi e il nome…”

di Pasquale Romano – Lottare per un nome. La battaglia che riguarda la società ufficialmente nominata Asd Reggio Calabria e un destino che ‘dovrebbe’ accontentare tutti i tifosi amaranto si è arricchita oggi di una nuova puntata. Le parole del presidente della lega di B Abodi (CLICCA QUI) hanno fatto riemergere una questione che sin dallo scorso agosto non si è mai sopita. Doveroso chiedere al massimo dirigente amaranto una considerazione sulla frase di Abodi, la risposta è garbata ma indicativa: “Credo abbia parlato da presidente della lega cadetta. Sinceramente non colgo l’attinenza tra le sue parole, il ruolo ricoperto e la relativa questione che riguarda la nostra società, ma non mi resta che prendere atto di quanto ha dichiarato”. I dirigenti amaranto lavorano quotidianamente allo sbroglio di una vicenda intricata, la soluzione (positiva o negativa) non potrà essere accolta prima di mesi. Le domanda riguardo il cambio di denominazione infatti andranno presentate dal 1 luglio al 1 agosto prossimo, Praticò assicura che verrà fatto tutto il possibile: “Non posso assicurare che questa società si chiamerà As Reggina 1914 come tutti noi ci auspichiamo perchè la decisione finale non spetta a noi. Rimaniamo fiduciosi, tutti i tifosi amaranto meritano questa denominazione e crediamo di avere dalla nostra il conforto delle norme federali”.

Nelle scorse settimane Praticò aveva lanciato un segnale (“Siamo ostaggio di qualcuno”) che non aveva avuto un preciso destinatario. Gli ultimi accadimenti sembrano poter dare forma e sostanza alle parole dell’ex presidente del Coni Calabria: “Seppur appassionato e talvolta trasportato dalla causa, non lancio simili grida d’allarme nel vuoto, tra le righe effettivamente c’era un mio messaggio. Io spero la città abbia capito cosa volevo dire, continuo a pensare che siamo ostaggio di qualcuno. Non mi piace il clima che si è creato attorno a queste vicende, ci sono sfumature che sfuggono alla mia comprensione. Forse non si è capito quanto è delicata e difficile la fase che stiamo attraversando” dichiara amaro Praticò. Per capire se l’Asd Reggio Calabria potrà quindi avere l’aggettivo ‘Reggina’ nella propria denominazione bisognerà quindi aspettare qualche mese, nessuna novità nemmeno per quanto riguarda il S.Agata. Alle parole del vice-presidente della Provincia Verduci (CLICCA QUI) è seguito un silenzio assordante. I dirigenti amaranto a titolo conoscitivo hanno (da tempo) inoltrato formale richiesta riguardo la documentazione della convenzione stipulata dalla Provincia con la Reggina Calcio senza ricevere però risposta positiva.